venerdì 23 marzo 2012

Rubrica: Un giovedì in giallo (con Montalbano)


Bonne Soire!

Sono reduce dalla penultima puntata della serie tv, targata Rai1, Il giovane Montalbano con il bello e bravo Michele Riondino ed il bello e bravo Alessio Vassallo *-* Nonostante la bruttissima notizia che la prossima puntata sarà l'ultima di questa stagione ho ancora gli occhietti a cuoricino *-*
Ma è una mia impressione o parlano un siciliano più stretto di quello utilizzato nella versione Zingaretti? Mia madre non mi dà soddisfazioni e non me lo conferma mai, nonostante gliel'abbia già chiesto ventimila volte :-P
Coooooooooomunque ho fatto una pensata geniale nonostante abbia già un piede nella fossa. Per questo appuntamento con Un giovedì in giallo, infatti, voglio presentare il libro dal quale è tratta la serie (per i temerari che si addentrano nei meandri del siciliano @.@).

Titolo: La prima indagine di Montalbano
Autore: Andrea Camilleri

Editore: Mondadori (Collana: Oscar Best Seller)
Pagine: 350 Formato: Brossura
Prezzo: 10.00€
Isbn: 978880455020

Trama: Del commissario Salvo Montalbano credevamo ormai di sapere tutto: di conoscerne vita, morte e miracoli, i luoghi, i gusti, le compagnie... Ma il suo creatore, Camilleri, riserva ai suoi lettori ancora tante sorprese. Nei tre racconti del volume presenta un giovanissimo poliziotto, all'inizio della carriera, che intreccia una relazione non con la ben nota Livia, ma con una certa Mery; e il teatro delle sue indagini non è la solita Vigàta, ma uno sperduto paesino di montagna della Sicilia più segreta dal buffo nome di Mascalippa... Tra misteriose uccisioni di animali, ragazze troppo silenziose e troppo intriganti e il finto rapimento di una bambina, quello che risulta sempre familiare è l'incorruttibile carattere di Montalbano, con qualche intemperanza giovanile in più, ma già riconoscibile come uno dei più umani e amati protagonisti della narrativa italiana contemporanea.

L'autoreAndrea Camilleri (Porto Empedocle, 1925) ha lavorato a lungo come sceneggiatore e regista teatrale e televisivo. L'esordio come romanziere è del 1978 con Il corso delle cose. Seguiranno Un filo di fumo (1980), La mossa del cavallo (1999), la raccolta di racconti Un mese con Montalbano (1998), Gli arancini di Montalbano (1999), La scomparsa di Patò (2000), Il re di Girgenti (2001), Racconti quotidiani (2001), La prima indagine di Montalbano, Il medaglione (2005), La pensione Eva (2006), Il colore del sole (2007), Voi non sapete. Gli amici, i nemici, la mafia, il mondo nei pizzini di Bernardo Provenzano (2008), Un sabato con gli amici (2009), L'intermittenza (2010). Nella collana "I Meridiani" sono usciti i due volumi delle opere di Camilleri, Storie di Montalbano e Romanzi storici e civili.

1 commento:

  1. ilaria loves garfield ;)23 maggio 2012 17:40

    Da buona siciliana ti posso confermare che sì, usavano un dialetto piuttosto pesante e diverso da quello di Zingaretti (che praticamente parlava per il 90% in italiano). ;)
    E comunque...io preferisco Riondino! *-*
    Ma Vassallo mi faceva morire dal ridere! XD

    RispondiElimina

Se vuoi essere aggiornato sugli ultimi commenti pubblicati per questo post clicca su Iscriviti per email.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...